INAIL. CGIL-CISL-UIL inviano all’amministrazione una nota unitaria sul settore ricerca

Condividi articolo

Facebook
Twitter
Print Friendly, PDF & Email

COMUNICATO UNITARIO

Le organizzazioni sindacali rappresentative nel comparto istruzione e ricerca ritengono che il settore ricerca abbia costituito un valore aggiunto per l’Inail come dimostrato anche durante il periodo di pandemia.

In particolare, la conferma del contratto per il personale del comparto, inserita in modo stabile all’interno del CCNQ del 3 agosto 2021, costituisce una certezza per il futuro contrattuale del personale.

In questo ambito riteniamo importante che anche al personale dirigente si continui ad applicare il contratto dell’area istruzione e ricerca. 

Le organizzazioni sindacali ritengono inoltre necessario che si acceleri il percorso di definizione del piano di fabbisogno per potenziare il Settore ricerca e così valorizzare le professionalità del personale in servizio.

A tale scopo abbiamo inviato in data odierna all’amministrazione la nota in allegato, con la quale richiediamo la ricognizione degli esiti della procedura per l’attribuzione degli incarichi di responsabilità per funzionari e CTER IV livello per l’assegnazione dei posti non conferiti.

Abbiamo accolto con piacere che l’amministrazione abbia deciso di accogliere le richieste formulate durante l’incontro del 22 novembre relative alla necessità di approfondire quanto previsto nel piano di fabbisogno e la finalizzazione dell’art. 52.

Entrambi i temi, infatti, sono stati inseriti all’odg della prossima riunione programmata per il 14 dicembre p.v.

SCIOPERO SCUOLA lunedì 30 maggio 2022: CGIL, CISL, UIL, FGU, SNALS proclamano unitariamente lo sciopero del Comparto Istruzione e Ricerca – Settore Scuola

Allegati e link esterni