CISL. Incontro Governo – Sindacati sulla riforma della previdenza

Condividi articolo

Facebook
Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Tutte le Strutture CISL

Roma, 20 dicembre 2021Prot. SG 636_U
Oggetto: Incontro Governo – Sindacati sulla riforma della previdenza

Carissime/i

si è tenuto oggi pomeriggio presso la Sala Verde di Palazzo Chigi, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e Cisl, Cgil, Uil sulla riforma del sistema previdenziale.
Erano presenti i Ministri del lavoro Andrea Orlando, della Funzione Pubblica Renato Brunetta, dell’Economia e Finanza Daniele Franco, il Ragioniere dello Stato Biagio Mazzotta, il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli.


L’incontro è stato positivo sia nel merito che nel metodo con il Governo che ha accolto la nostra impostazione per aprire, finalmente, il cantiere sulle pensioni che abbiamo sollecitato in queste settimane di mobilitazione e, in particolare, nel corso della nostra manifestazione del 18 dicembre al fine di negoziare una riforma complessiva e strutturale del sistema.


La Cisl ha ribadito al Presidente Draghi che la previdenza non può essere considerata un privilegio ma che è, invece, necessario attivare un negoziato che favorisca l’alleanza tra generi e generazioni con l’obiettivo di creare coesione sociale nel Paese. Dopo anni nei quali il sistema previdenziale è stato valutato e misurato esclusivamente sotto il profilo della sostenibilità economica, ed ha consentito allo Stato di realizzare imponenti risparmi, l’esigenza di riqualificarlo in un’ottica di sostenibilità sociale non è più rinviabile ed è necessario dare certezze e prospettiva alle persone rispetto ai propri diritti e alle regole per andare in pensione.


Cogliendo le istanze sindacali, il Presidente Draghi ha proposto un metodo di lavoro che abbiamo condiviso che prevede nelle prossime settimane confronti di merito su:  

  • flessibilità;
  • pensione contributiva di garanzia per i giovani, per chi ha lavori precari e previdenza delle donne;
  • previdenza complementare.

Nell’ambito di questi confronti, rispetto ai quali a breve verrà proposto un calendario di date, avremo l’opportunità di affrontare i vari aspetti della piattaforma previdenziale nel suo complesso, fra i quali anche la strutturalità dell’Ape sociale, il lavoro gravoso e usurante, le pensioni in essere.
In ogni caso, la Cisl ha ribadito che all’interno di un ragionamento sulla flessibilità per accedere alla pensione, sarà importante non penalizzare ulteriormente i lavoratori che rientrano nel sistema misto, in parte retributivo in parte contributivo, i cui diritti previdenziali sono stati riformati in senso peggiorativo molte volte.


Nel corso dell’incontro abbiamo anche ribadito che prosegue la nostra pressione per migliorare l’emendamento che il Governo ha presentato in Parlamento in materia di delocalizzazioni allo scopo di rendere più efficaci le sanzioni e indurre le imprese a presentare piani sociali alle Organizzazioni sindacali.


Infine, il Governo ha comunicato che nei prossimi giorni verrà sottoscritto il protocollo, fortemente voluto dalla Cisl, che istituzionalizza la modalità di rapporto e di collaborazione tra parti sociali, Governo, Amministrazioni centrali e territoriali per la governance partecipata del PNRR.


Vi terremo costantemente informati sull’evoluzione del confronto.


Affettuosi saluti.
Luigi Sbarra  

Allegati e link esterni