CNR. Riorganizzazione della Rete Scientifica: necessario un “progetto condiviso”

Condividi articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si registra con soddisfazione la convocazione delle OO.SS. con un unico argomento all’ordine del giorno: informativa su Riorganizzazione Istituti CNR.

Da un punto di vista quantitativo, l’annunciata costituzione di un nuovo Istituto a partire dall’accorpamento di ITABC, ICVBC, IBAM e ISMA, il riordino di ISMAR/IAMC per dare corpo a due nuovi Istituti e la riorganizzazione degli Istituti del Dipartimento Bioagroalimentare interessa il 18% dell’intero personale strutturato del CNR.

Nel ribadire l’importanza dell’apertura del confronto sul progetto complessivo di riorganizzazione, la FIR CISL ritiene altresì ineludibile che sia resa palese una stima dei risparmi attesi e che sia chiarito se l’Ente abbia intenzione di finalizzarne l’utilizzazione alla stabilizzazione e/o al mantenimento in servizio del Personale a contratto.

Roma, 14 febbraio 2018

CONQUISTE del LAVORO. Crisi Ucraina, “L’impatto della guerra sull’agroalimentare” di Rossano Colagrossi

Allegati e link esterni