CNR. Risultati significativi, ma la mobilitazione continua.

Condividi articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori precari ha permesso di raggiungere significativi risultati. Importante è l’aver acceso un riflettore sulle gravi difficoltà della Ricerca pubblica in Italia e, specialmente sul CNR, l’Ente più grande e prestigioso a livello nazionale.

L’attenzione dovrà restare alta e la mobilitazione dovrà continuare, auspicabilmente unitaria,  con diverse forme e modalità coinvolgendo tutto il personale, affinché il messaggio di questi mesi rivolto all’opinione pubblica e, soprattutto, al mondo politico resti al centro del dibattito nazionale non solo a parole ma si traduca in atti concreti, allineando il nostro Paese in materia di finanziamenti e investimenti alla media degli altri paesi europei, anche in relazione alle applicazioni contrattuali ed in previsione del rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro che dovrà servire a valorizzare le professionalità del personale tutto.

Roma, 20 dicembre 2017

SCIOPERO SCUOLA lunedì 30 maggio 2022: CGIL, CISL, UIL, FGU, SNALS proclamano unitariamente lo sciopero del Comparto Istruzione e Ricerca – Settore Scuola

Allegati e link esterni